Pensieri sparsi

Divenire

Non voglio essere perfetta. Dite che le donne sono creature perfette, perfette così come sono, “nonostante i difetti”. Lo dite in continuazione, e lo dite per calmarci, per farci credere speciali, per farci smettere di lamentarci dei canoni che ci ha imposto la società, ma la verità è che, ancora una volta, ci fate sentire non all’altezza di questo vostro modello di donna. Dite che siamo tutte perfette a modo nostro, ma se sono tutti perfetti, non vuol dire che nessuno lo è? E il fatto che, a discapito di ciò, continuiate a nominare questa fantomatica perfezione, non la rende reale e ancor più difficile da raggiungere? Perché trovare il modo di essere perfetti quando tutti (o nessuno) lo sono è ancora più pretenzioso. Riuscire a essere perfetta “a modo mio” vuol dire che non solo devo incarnare degli ideali, ma anche farlo in modo originale. Devo essere perfetta E unica. Perfetta nonostante i difetti, non dimentichiamolo: “anche se” ho dei difetti (e vorrei capire cosa s’intende per “difetto”, in un mondo in cui siamo tutte perfette), devo raggiungere la perfezione, cioè essere talmente perfetta da oscurarli. E allora basta, smettetela di dire che siamo perfette come siamo, non capite che nel tentativo di scardinare il concetto di perfezione dalle nostre teste lo rendete semplicemente più solido, continuando a ribadirlo?

Io non voglio essere perfetta e non voglio nemmeno provarci. Non voglio sentirmi dire che “vado bene così come sono”, perché ciò implica che potrei non andar bene, e questa possibilità non deve esistere. Voglio essere io, sentirmi me stessa qualunque forma io assuma, imperfetta e in continuo mutamento, voglio plasmarmi come sabbia, voglio che un’onda possa investirmi e cambiarmi in una frazione di secondo, costringendomi a ricrearmi, a non fermarmi mai, a cercarmi sempre. Non voglio puntare a un canone impostomi dall’esterno, voglio puntare ad essere sempre più vera, in ogni mio singolo granello. Voglio arrivare a poter dire che un determinato vestito l’ho indossato solo e unicamente per me, e per nessun altro. Voglio smettere di guardare con occhio critico le donne con cui entro in contatto, pronta a trovare qualcosa che loro hanno e io no. Voglio rispettare il mio corpo, perché quando lo insulto o lo rimprovero per non essere diverso o migliore lo ferisco. Voglio amarmi come mi ama chi non vede la differenza tra quando sono truccata e quando no, come chi mi dice “non me ne frega niente di queste puttanate, per me sei sempre tu e questo è l’importante”. Voglio abitare il mio corpo con rispetto e gratitudine, voglio prendermi cura di lui a seconda delle sue necessità, voglio essere ospite e non giudice. Voglio smetterla di torturarmi, voglio essere guardata negli occhi, perché io sono lì e non nelle mie cosce o nella mia statura. Vorrei provare sempre la sensazione che provo quando mi guarda lui, che mi guarda e mi vede, vede la me che c’è dentro e non solo ciò che c’è fuori. Vorrei sentirmi libera con chiunque e in ogni momento. E so che è bellissimo trovare una persona con cui essere se stessi e con cui non c’è bisogno di preoccuparsi dell’apparenza, ma non sarebbe ancora più bello se fosse così con tutti? Se tutti fossimo capaci di spogliarci dei nostri corpi esterni e di mostrare e guardare solo la nostra essenza?

Amati, ama le tue labbra sottili e sempre screpolate, il tuo diastema in mezzo ai denti, le tue unghie corte e irregolari, le tue guance troppo rosse, le tue smagliature sul sedere, il tuo naso storto, il tuo seno troppo piccolo, le tue borse sotto agli occhi, ama ogni singolo centimetro di te, perché ora hai accanto una persona che ti sta insegnando a farlo, ma devi riuscirci anche senza il suo aiuto, non devi appoggiarti a nessuno, devi amarti tu per prima, e non solo specchiandoti negli occhi di qualcun altro.

Non voglio essere perfetta, voglio essere la migliore versione di me. Voglio aspirare non a un modello di finta perfezione, ma a un’immagine che possa rappresentarmi al meglio. E non sarà mai la stessa, e continuerò a cercarla, e continuerò a tagliarmi i capelli da sola e a cambiare stile nel vestire. Ma lo farò sempre e solo per me stessa.

Non voglio raggiungere un traguardo. Non voglio arrivare ad essere perfetta e completa. Non voglio essere una statua finita.

Voglio continuare a camminare, cambiando continuamente direzione. Voglio crescere. Voglio essere rimodellata da qualunque cosa mi venga contro.

Non voglio trovarmi. Voglio continuare a cercarmi.

Voglio essere così. In divenire.

GS

(Ho scritto questo pezzo con il brano “Divenire” di Ludovico Einaudi come sottofondo)

Annunci

28 thoughts on “Divenire”

  1. Quando hai trovato la soluzione fammi un fischio…. tanto di contraddizioni ne sentiremo all’infinito… non ci illudiamo. Sei stupenda e hai sette difetti… sei brutta e ne hai uno solo… quello!
    Perfetta x chi? Se x 99999persone sono sbagliata in tutto o quasi… in cosa sarei perfetta? E poi che c’è di male ad essere sbagliati e vivere in un mondo proprio quando cmq si è civili nei confronti della società che ci circonda? È un po’ come il mistero del giusto e sbagliato! In tutto ciò ho apprezzato il tuo testo riflessione. Ciao

    Liked by 1 persona

  2. Nessuno è perfetto ,la donna e l’uomo dono come si dice “in divenire” , ogni giorno è un giorno che dovrebbe servire a migliorarci come esseri (anche se sprechiamo spesso il tempo a disimparare) , la parità non esiste ,almeno sino a quando si continuerà a parlarne , per me la donna e l’uomo sono esseri , e da essere cerco di migliorare la mia vita in relazizone con la società , talvolta faccio un passo avanti , ma a volte ne faccio due indietro , il mio percorso è ancora lungo , buona giornata e goditi la tua vita

    Liked by 1 persona

  3. Un po’ contorto, ma davvero niente male come riflessione.

    Stavo leggendo questo tuo pensiero aspettando il treno e sono rimasto talmente rapito dal modo impetuoso e “inchiodante” con cui hai scritto che, alla fine della lettura, alzando gli occhi dallo schermo, mi sono accorto di essere rimasto solo sulla banchina della stazione, perché il treno era già passato senza che me ne accorgessi.
    Complimenti!
    Spero solo di arrivare in tempo a lezione ora ahahah

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...